Contratto di convivenza

I contratti o accordi di convivenza servono a disciplinare i rapporti patrimoniali tra due persone di sesso opposto o dello stesso sesso che non vogliono contrarre matrimonio, ma che allo stesso tempo, possono disciplinare i loro rapporti patrimoniali e alcuni aspetti della vita in comune.

E' lo strumento per i conviventi attraverso il quale potranno registrare la loro unione presso i registri civili dei comuni dove risiedono.

Con questo contratto i conviventi potranno regolare vari aspetti della loro convivenza indicando l'indirizzo della vita familiare e fissare la residenza comune, scegliere il regime legale di comunione dei beni o separazione dei beni, determinare come regolamentare le spese comuni, configurare anche le relazioni post convovenza ecc Con tale contratto godranno di vari diritti, così come indicati dalla nuova legge sulle unioni civili, la c.d. "Legge Cirinnà".


0 visualizzazioni